Spaghetti allo scoglio

  • Avatar
  • del 8 Maggio 2020
  • 457 visualizzazioni
spaghetti allo scoglio

Spaghetti allo scoglio

Gli spaghetti allo scoglio fanno parte della tradizione italiana e della sua cucina marinara insieme ad altre numerose ricette importanti. Il risotto ai calamari, l’impepata di cozze, gli spaghetti alle vongole e tutta una serie di piatti regionali prelibati. Vogliamo pensare al caciucco? Giusto per citarne uno toscano.

Però uno dei primi di pesce più venduto nei ristoranti italiani è sicuramente lo spaghetto allo scoglio. In fondo non richiede tanta maestria nella preparazione, quindi se avete a portata di mano una buona pescheria il gioco è fatto.

Vi diamo una mano noi con la nostra collaudata ricetta, vi aiuterà ad esaltare tutti i profumi del Mediterraneo che condiscono gli spaghetti.




A metà cottura degli spaghetti, saltateli in padella e risottandoli con i liquidi rilasciati dalla cottura dei molluschi, assorbiranno il sapore del mare e diventeranno ancora più appetitosi. Nella tradizione napoletana “Lo spaghetto allo scoglio” è il piatto forte e nei ristoranti “poco turistici” seguono fedelmente la tradizione, il piatto è composto da: cozze, vongole e scampi. Vengono tralasciati i gamberetti o calamari perchè ritenuti troppo turistici ma vengono inderogabilemente utilizzati, prezzemolo e pomodorini del Vesuvio. Non lasciatevi troppo influenzare dai tipi di pesce utilizzati, nella nostra ricetta proponiamo vongole e cozze insieme agli scampi e calamari. Ma non c’è una regola per gli spaghetti allo scoglio, sentitevi pure liberi di aggiungere o sostituire gli ingredienti a vostro gusto ed in base alla disponibilità del momento.

Per altri primi piatti clicca qui



Spaghetti allo scoglio

Il mar Mediterraneo in un piatto di spaghetti
Pasto Piatto unico
Cucina Italiana, Mediterranea
Difficoltà facile e lungo da fare
Costo: alto
Preparazione 30 min
Cottura 1 h
Spurgo vongole 4 h
Tempo totale 5 h 30 min
Persone 4
Calorie 550kcal
Condivisa da Andrea

Ingredienti

  • 320 gr Spaghetti
  • 300 gr Pomodorini ciliegino o del vesuvio
  • 500 gr Cozze
  • 500 gr Vongole
  • 300 gr Calamari
  • 8 Scampi
  • 4 cucchiai Olio extravergine d'oliva
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 ciuffo Prezzemolo da tritare
  • 40 gr Vino bianco o brandy
  • ½ peperoncino (se piace)
  • qb Sale fino
  • qb Pepe nero

Procedimento

Pulizia dei molluschi
  • Almeno 4 ore prima di iniziare a preparare il piatto occorre far spurgare le vongole. Mettetele in una bacinella d’acqua, aggiungiamo una manciata di sale grosso ed un cucchiao di aceto oppure succo di limone, aiuteranno a spurgare. Cambiate l’acqua almeno tre/quattro volte a distanza di tempo, avendo cura di rimuovere accuratamente i residui che si depositeranno sul fondo della bacinella. In ultimo controllate che siano ben chiuse e che non perdano ancora sabbia.
  • Evitate di fare lavare le cozze in pescheria con i macchinari, escono si pulite ma spesso molte sono schiacciate. Per pulire le cozze, togliete le impurità presenti sulle valve grattandole con la lama di un coltello. Strappate via il bisso, cioè la barbetta che fuoriesce e passatele con una spugna di acciaio per grattare tutte le impurità rimaste.
  • Passate adesso alla pulizia dei calamari, eliminate la testa e le interiora, poi togliete la pelle facendo una incisione superficiale con la lama di un coltello. Tagliateli a listarelle.
  • Adesso tocca agli scampi. Con le forbici tagliate sui lati della coda eliminando così la corazza che ricopre l’addome. Con uno stuzzicadenti cercate di eliminare l'intestino, il filetto nero presente nello scampo per evitare che rilasci un saporer amaro.
La preparazione
  • Scaldate 2 cucchiai di olio d'oliva in una padella capiente insieme ad uno spicchio di aglio. Quando sarà ben caldo versate le vongole e le cozze. Coprite con un coperchio, giratele di tanto in tanto ed attendete fino a che sono completamente dischiuse, in genere impiegano 3-4.
  • Una volta aperte le cozze e le vongole togliete il tegame dal fuoco. Filtrate con un colino per poi mettete da parte il liquido di cottura e versate i molluschi in un recipiente e sgusciate una metà delle vongole e delle cozze e mettete da parte.
  • Ora lavate i pomodorini e tagliateli in 4. Nel frattempo potete mettere sul fuoco la pentola per la cottura degli spaghetti. Ricordate di salarla adeguatamente.
  • In una padella mettere 2 cucchiai di olio extravergine di oliva con uno spicchio di aglio. Se volete, aggiungete in base al vostro gusto, mezzo peperoncino o del peperoncino in polvere. Appena l'aglio avrà preso colore aggiungete le listarelle di calamari, salando leggermente. Fate cuocere per circa 5 minuti e sfumate con un bicchiere di vino bianco secco.
  • Appena evaporato l'alcol, aggiungete gli spicchi dei pomodorini e lasciate cuocere per altri 5 minuti. E' il momento di iniziare la cottura degli spaghetti.
  • Aggiungete anche gli scampi al sugo, aggiustate con sale e pepe. Poco prima di scolare al dente gli spaghetti (almeno 3/4 dalla completa cottura) versate una parte del liquido di cottura dei molluschi che avevate tenuto in caldo. Scolate adesso gli spaghetti e versateli direttamente in padella aggiungendo il liquido al bisogno. Cuocete saltando e girando di continuo.
  • Aggiungete le cozze e le vongole quasi a fine cottura. Spegnete il fuoco e spolverate con una bella manciata di prezzemolo fresco. Servite immediatamente guarnendo i piatti con un ciuffo di prezzemolo ed assaporerete tutti i sapori del nostro Mediterraneo.
Commenta la ricetta

Note

CONSIGLIO
Se volete potete sostituire il vino per sfumare con del brandy, del cognac o del rum. Conferiranno una nota ancor più aromatica. 
Categorie degli articoli:
Primi Piatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.






Da non Perdere! Le Ricette in ordine casuale...